Il “Passero”. Aria di cambiamento o aria stantia?

E’ di pochi giorni fa la notizia della costituzione a Casale di una nuova associazione culturale denominata “il Passero”. Ben vengano iniziative di questo genere, la cultura fa bene, ma leggendo i vari commenti che si trovano facilmente su questo sito, sembra che la cosa non vada proprio a genio.
Tanto per cominciare, il nome dell’associazione. Sicuramente ironica la cosa, ma non a tutti sembra essere andata giù. Qualcuno faceva notare che anche l’associazione nocelletese ACEN ha come logo una ranocchia, però loro non è che si sono chiamati “ranunciari”!

Qualcun altro lega l’associazione alla politica avanzando ipotesi di conflitti di interessi oppure di prossime candidature alle comunali di Maggio prossimo, ma leggendo i nomi di quelli che per ora ne fanno parte mi sembra improbabile. Altri criticano la scelta dell’eventuale “Festa della Birra”, come prima manifestazione, additando varie motivazioni, tra cui “l’istigamento alla bevuta”. Tutti però ci scordiamo che Casale è ormai il paese del solo “padrone e sotto”.

Io invece, facendo i migliori auguri a questa associazione, critico il loro immobilismo che fa si che l’aria non sia di rinnovamento  ma un’aria stantia,  pure la pagina FB è completamente vuota. Forse se davvero ci facessero sapere le loro intenzioni potrebbero suscitare un po di curiosità e magari riuscite a tesserare altri che come loro vogliono la rinascita culturale e non solo del nostro amato Casale.

Un Passero.

comments

62 thoughts on “Il “Passero”. Aria di cambiamento o aria stantia?

  1. Anonymous

    insomma un altra critica e per distinguerla pubblicata a parte per farla leggere meglio. se i soci dell’associazione fossero immobili non avrebbero costituita la stessa. ma tu critichi proprio questo, e diamogli tempo.

    Reply
  2. Anonymous

    conflitto d’interessi è tra le attività dell’associazione e l’attività dei soci. non riguarda la politica.

    Reply
  3. Anonymous

    mettete subito a tacere ogni critica, organizzate la festa di San Paolo, così tutti taceranno, si dimostrerà una buona volta che qualche volta il sacro e profano possono ben coincidere. auguri di buon lavoro

    Reply
  4. Anonymous

    I conflitti di interesse si realizzano qualora qualche soci si candidasse, andasse ad amministrare la città e concedesse dei finanziamenti.
    Nulla vieta a chi fa parte di un’associazione di candidarsi.
    Di convesso, di solito un’associazione nasce attorno ad un progetto, se questo già esiste, sarebbe il caso di condividerlo con i cittadini… ovviamente non deve essere per forza così e spero che gli si conceda il beneficio dell’inventario fino almeno alla prima sortita pubblica…

    Reply
  5. Anonymous

    Sono d’accordo così non si vedranno sempre le stesse facce, e poi il nuovo (nuova linfa) e sempre ben accetto non guasta mai, ci si stanca a mangiare tutti i giorni pasta.
    Un bel modo per far conoscere questa associazione e invogliare gli altri a iscriversi e magari fare di qualcosa di nuovo per questa festa del nostro Santo Patrono San Paolo A., credo che il nostro amato Parroco non abbia nulla in contrario.

    Reply
  6. Anonymous

    comunque conflitto d’interessi non è solo politico. è soprattutto economico, non fate finta di non capire e di non vedere leggetevi i nomi. La politica secondo me c’azzeccherà, ma in seguito e riguarderà solo qualcuno, per adesso c’entra altro che di cultura, culturale e simile nu tene niente.
    Buon l’idea di organizzare san paolo però prima di vederli all’opera con tale attività vediamo che cosa combinano con la tanto criticata festa della birra oramai imminente 17 e 18 ottobre

    Reply
    1. Anonymous

      secondo me per vederli all’opera non centra niente la festa della birra in quanto festa mai amata dai casalesi, bisogna vederli su una festa che sta a cuore ai casalesi, e credo la festa di San Paolo sia una giusta occasione sopratutto per questa nuova associazione culturale di mettersi in gioco e far conoscere davvero le loro capacità organizzative e innovative sia dal punto di vista culturale che cattolico.
      questo si che è un vero banco di prova.

      Reply
    2. Anonymous

      a me piacerebbe vederli alla prova organizzando la prossima festa San Paolo, no la festa della birra

      Reply
  7. Anonymous

    buona occasione organizzate la festa di san paolo vediamo di che pasta siete davvero fatti, come si dice fatti no parole

    Reply
  8. Anonymous

    ma che cosa deve organizzare un associazione che si chiama passero a casale ?
    vi rendete conto? e ancora ne parlate e ancora commentate ? la festa di San Paolo?
    ma non fate ridere i polli.

    Reply
  9. Anonymous

    invece dei polli, sono d’accordo vediamoli all’opera con la festa si san paolo, vediamo se siete bravi o no, mettetevi a lavoro e fate una bella festa

    Reply
  10. Anonymous

    sono passeri.
    e anche voi che ci state dietro passeri, passeri e passeri.
    capacità organizzative, lavoro, ma de che state a parla?
    della festa della birra non si parla più come mai ?

    Reply
  11. Anonymous

    certo che un associazione culturale nata per portare aria di cambiamento e migliorre il paese finisce a organizzare l festa di san paul è proprio una occasione di crescita culturale notevole

    Reply
  12. Anonymous

    bravo sono d’accordo con tè una buona occasione per un’ottima crescita culturale, e anche per uscire un po fuori dai soliti noiosi schemi del fare

    Reply
  13. Anonymous

    basta parole, qui ci vogliono i fatti sono d’accordo organizzate la festa di san paolo, buon banco di prova per mettere in mostra le capacità di questa associazione e far vedere a tutti di che pasta siete fatti. con sentenza definitiva promossi o bocciati senza appello. non è tempo di mezze misure anche perchè questo paese ne è pieno solo apparenza e nulla più.

    Reply
  14. anonymus

    Una cosa proprio non la capisco: ma serviva proprio creare una associazione sedicente culturale per far parte della commissione per la festa di S. Paolo? La commissione è già un’associazione di cui tutti quelli che vogliono impegnarsi possono far parte e quindi secondo me sono stati mal consigliati. Per quanto riguarda la festa della birra, se questo è il loro vero obiettivo, sono curioso di vedere cosa ci possa essere di “culturale” in una festa della birra in terra di Falerno.

    Reply
  15. Anonymous

    ogni nuova iniziativa è cos buona perché foriere di novità e come letto nella lettera programma dell’associazione speranzosa attendevo aria di cambiamento.
    MA IL CAMBIAMENTO E’ FARE I BIGLIETTI DAVANTI IL SAGRATO DELLA CHIESA ?
    e visto che questi mesi sono di riposo per le varie commissioni comitati e questuanti vari, potevo passare indenne per andare a messa ieri?
    NO. e questi sarebbero i passeri? il nuovo ? il cambiamento ?
    GRAZIE NO NO NO NO NOOOO

    Reply
  16. Anonymous

    Ma sapete il motivo per il quale si stavano facendo i biglietti ieri qual’ era? Era per organizzare il presepe vivente, metodo usato anche per la passione,l associazione non ha nulla a che vedere con questo.. Prima di parlare informatevi…. Po ve pigliate collera si ce chiamano passeri…ce semm a più non posso!
    PS la festa di san Paolo ha una commissione non serve l associazione. Ciao a tutti CIP CIP

    Reply
    1. Anonymous

      sicuramente da come scrivi sei uno dell’associzaione, guarda che voi vi siete dati il nome passero. come metodo per raccogliere i soldi è molto stantivo e strausato non vede nessuna novità o aria di cambiamento, ma sarei aspettato altro. troppo suscettibili

      Reply
  17. Anonymous

    serve l’associazione per non vedere sempre le stesse facce, serve linfa e idee nuove no stantive ci si incancrenisce

    Reply
  18. Anonymous

    giusto sono d’accordo organizzate la prossima festa di san paolo un pò di aria nuova e faccie nuove fà bene vederle

    Reply
  19. Anonymous

    ma che fine ha fatto la festa della birra ?
    chiedo informazioni in merito anche al sito, c’è il programma disponibile ?
    non ho ancora letto niente in giro eppure è immanente 17-18 prossimi

    Reply
  20. Anonymous

    Vi posso dire una cosa? Speri che questi di quest associazioni non organizzino niente… Perché niente meritiamo in questo paese.

    Reply
  21. Anonymous

    Si potrebbe vedere lo statuto di questa sedicente associazione con tanto di pagamenti effettuati dal direttivo ( che non si sa chi è) all’agenzia delle entrate?

    Reply
  22. Anonymous

    e che èèèèèèèèèèè? a finanza ?????
    rilassatevi un po e lasciateli in pace

    Reply
  23. Anonymous

    a fatela finita organizzate la festa di san paolo così non si vedranno più sti quattro quaraquaquacca del c……..zo

    Reply
  24. anonymus

    la festa di SAN PAOLO è stata strumentata così come quella di SANTA MARIA
    ve le dovete scordare

    Reply
  25. Anonymous

    sannà cagnà i componenti delle commissioni no scudà la festa di san paolo e santa maria
    che c….zo dici

    Reply
  26. Anonymous

    prima della festa di san Paulo, VORREI SAPERE MA LA FANNO LA FESTA DELLA BIRRA ?
    Manifestazione annunciata come evento nel manifesto di costituzione dell’associazione Il Passero.

    NO NON LA FARANNO PERCHE’ LA PRESUNTA ASSOCIAZIONE E’ IN GRAVE CRISI.
    Vi domando allora ma perché tutto sto casino in rete per il nulla, a chi giova tutto questo, a casale ? alla cultura? ai giovani ?

    A CHI ??
    PERCHE’ ???
    Allora ritornando all’inizio San Paolo, ma vogliamo renderci ridicoli ? Questi questo fanno programmano, proclamano, chiacchierano, ma ALLA FINE NIENTE

    Reply
  27. Anonymous

    va bè và la facciamo noi la festa di san paolo, stiamo organizzando un nuovo comitato tutta gente nuova

    Reply
  28. Anonymous

    Sapete perché vanno tutti i da casale e perché non va mai avanti niente? Perché questo siamo buoni a fare noi casalesi: parlare e sparlare…a giudicare siamo bravissimi! Ultimamente vanno avanti solo le cose organizzate dalla “chiesa”…tutto il resto niente, basta dare uno sguardo ai campetti che son stati rimessi in piedi da un gruppo di ragazzi, che sono stati appoggiati dal paese poco e niente (vedesi le manifestazioni di quest’estate dove la gente del paese non si è quasi mai fatta vedere)! Una buona volta aspettiamo prima di parlare…aspettiamo prima di giudicare e diamo appoggio e se serve una mano a questi ragazzi che vogliono e stanno facendo rinascere casale!

    Reply
  29. anonymus

    C’é la Chiesa che fa bene e fa piacere, ma dove è la società civile? Che cosa fa? Una nuova associazione dovrebbe colmare questo vuoto non andare a fare cose che già si fanno.

    Reply
  30. Anonymous

    I giovani hanno le energie e la capacità di far nascere una nuova speranza per Casale se nn si impantanano in attività che, nel bene e nel male, già appartengono alle cose che normalmente si fanno es. Comitati. Feste. Varie.

    Reply
  31. Anonymous

    A nessuno è venuto in mente che l’associazione il passero possa non volersi occupare delle feste che hanno già un comitato? Le associazioni mica si occupano solo delle feste?

    Reply
  32. Anonymous

    E’ UFFICIALE STASERA E DOMANI NIENTE FESTA DELLA BIRRA. MA CHE FICURA DI M….A.
    Sito perché ci fai parlare per mesi di cosa che non esistono !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    Reply
    1. casaledicarinola.net

      E’ IL COLMO! Pur di avere qualcuno cui dare la colpa, si è capaci di prendersela con chi non c’entra un biiiiiiiiiiip. Il sito si è limitato a pubblicare ciò che è stato inviato, o pure di questo lo si vuole accusare?

      Forse diceva bene un tale di Casale di 40 anni fa: “In Italia c’è fin troppa democrazia”
      … le tue parole al vento ne sono la dimostrazione!!!

      Reply
  33. Anonymous

    sono d’accordo il sito si è limitato a dare una notizia, la colpa è di chi crede di fare un’associazione con troppa superficialità (mancanza di esperienza e sopravvalutazione dei propri mezzi) troppi galli nel pollaio, purtroppo viviamo in un’epoca fatta da tutti generali e nessun soldato semplice e così si perde la guerra anche le più banali ………………………….

    Reply
  34. Anonymous

    aggiù capitu nun facite na mazza e che c…….zo tuttu stu casinu per niente ma jate a fà………………….

    Reply
  35. Anonymous

    mica vi davo lacolpa, o vi do la colpa. però è un fatto quello ko scritto non parole al vento stasera e domani niente festa della birra. avete dato troppo spazio al niente. vi pare un accusa ma non lo è lo sanno tutti ke il sito non c’entra niente solo voi siete sulla difensiva e infatti non hai letto che voleva essere un commento sarcastiko non nei vostri confronti. secondo me ti arrabbi tanto per un commento innocuo perché un poco vi rode anche a voi. poi starei attento sul discorso della troppa democrazia perché io scrivo cose a te non gradite vivaiddio che si possa ognuno espriemre come vuole liberamente beninteso senza offendere nessuno.
    ciao casaledicarinola.net e buon lavoro

    Reply
  36. Anonymous

    x cosa dovrebbe rodersi il sito? ma stiamo schezando?! il dovere e il merito di questo portale è la diffusione di notizie locali e non. come sempre si sono giustamente limitati a divulgare l’annuncio della fondazione ed il primo presunto evento dell’associazione, senza specificare di che tipo. che si trattava di una festa della birra è venuto fuori dai commenti che sono i lettori a scrivere, che hanno alzato anche tutto questo polverone. il sito è solo una vetrina di informazioni, il resto, i dettagli spesso futili e le polemiche li aggiungiono i commentatori.

    Reply
  37. anonymus

    Veramente le chiacchiere sono distintive di un dibattito che c’è nel paese, cosa che può fare sperare che ancora non è finita. Stando ai fatti: qualcuno ha sentito il l’esigenza di fare nascere una nuova associazione culturale; molti sono intervenuti per suggerire quello che dovrebbe o non dovrebbe fare; il sito ha riportato la notizia ed i commenti. A me sembra positivo tutto quello che è avvenuto. Ora la prova dei fatti dirà in che modo la nascente associazione è in grado di esprimere le sue potenzialità o se, invece, come preconizza qualcuno, morirà nella culla. Io starò sempre a prescindere dalla parte di chi prova a fare e mai dalla parte di chi cerca di distruggere. Quindi secondo me chi si impegna ad offrire uno spazio virtuale di condivisione di informazioni ed opinioni e chi vuole organizzare “qualcosa” va sempre aiutato e mai attaccato sterilmente. Le cose che nascono deboli possono diventare forti se c’è qualcuno capace di crederci fino in fondo.

    Reply
  38. Anonymous

    si raccontatela così, forse se il passero non era attaccato tanto la faceva la festa della birra. mo i sensi di colpa,

    Reply
  39. Anonymous

    premesso che un’associazione culturale, di tutto si dovrebbe occupare che di organizzare la festa della birra, (qualcuno mi spieghi cosa c’è di culturale nella festa della birra), queste feste vengono organizzate da associazioni a fine di lucro, cosa diversa è un’associazione culturale.
    Sono d’accordo con chi sostiene che viviamo purtroppo in un’epoca di generali, ma per vincere la più banale delle battaglia occorrono dei buoni soldati ed è sufficiente un mediocre generale.
    Ho un forte dubbio che in questo paese si vuol organizzare qualcosa solo per il piacere di mettersi in mostra trascurando completamente la sostanza, e questi sono i risultati.
    ps. mi risulta da voci fondate che l’associazione è già morta ancora prima di nascere, è stato un parto mal riuscito e le motivazioni son tante.
    Ognuno nella sua intelligenza ne tragga le conclusioni e n’è faccia tesoro per l’avvenire…
    il calamaio

    Reply
  40. Anonymous

    Anche ls festa della birra può dare spazio ad azioni culturali. Basta pensarci e impegnarsi.

    Reply

Lascia un commento