Agli albori della Festa d’Agosto: Panini e Ciclismo

Come auspicavamo riaffiora qualche ricordo relativo alle prime Feste d’Agosto di Casale di Carinola. Siamo lieti di dargli spazio!

* * * * *

Insieme al dottor Trabucco collaborava anche il maestro Nicola Imparato, che ha avuto la funzione di cassiere delle commissioni dei primi anni’70, anni in cui fu introdotta la fiaccolata, la festa del panino e l’usanza di vestire le bambine da contadinelle durante la processione dell’8 agosto.

I vari artisti venivano ospitati proprio a casa del maestro Nicola. Ricordo che i due andarono ad assistere ad una sfilata di majorette, che furono poi fatte sfilare anche a Casale (altri ci hanno ricordato che «in quell’occasione si crearono gruppi folk, per rappresentare i costumi tradizionali dei nostri antenati. fu un’esperienza bellissima e fummo anche scortati per il valore dell’oro che abbiamo indossato»).

Fu organizzata anche una gara ciclistica (i partecipanti erano ciclisti dilettanti che venivano anche da altre regioni sia del Centro che dal Nord, si radunavano in via Giardinetto dove nel garage di Peppino (Giuseppe A. Migliozzi, che da esterno alla commissione festa fungeva sia da organizzatore che da direttore di gara) si raccoglievano le iscrizioni. Il percorso prevedeva il passaggio nelle frazioni di San Giuliano, San Marco, Maiorisi, fino ad arrivare sull’Appia per poi tornare a Casale. Ai primi classificati veniva consegnata una coppa e un premio in denaro e vi parteciparono anche due giovani casalesi, uno di Borgo Fava e uno dell’Aia Vecchia e anche questa manifestazione fu molto apprezzata.

Erano tante le serate passate a pensare come riempire le giornate di festa, visto che come accade ancora oggi, le manifestazioni si svolgevano la sera e le mattinate e i pomeriggi risultavano vuoti.

Le foto si riferiscono tutte a quei primi anni ’70

 

 

——

 

Una delle prime Feste...
Una delle prime Feste…

 

[Leggi quest’articolo per vedere tutti i protagonisti]

 

2 thoughts on “Agli albori della Festa d’Agosto: Panini e Ciclismo

  1. Avataranonymus

    Complimenti alla redazione per la bella operazione culturale che ha attivato. Belle le foto soprattutto in cui si riconoscono non solo personalità illustri di Casale, quali il dott. Armando Trabucco ed il prof. Nicola Imparato, ma anche tante altre persone che attivamente partecipavano all’organizzazione e alla riuscita delle attività. Qualche riga di commento alle foto per individuare le persone ritratte e magari anche i panorami sullo sfondo potrebbe essere una interessante operazione culturale di memoria e recupero.

    Reply
  2. AvatarAnonymous

    Sono Renaldo Fasanaro figlio di Emma Bianchini e nipote di Ernesto Bianchini di Cascano: Mio Nonno Ernesto abitava con nonna Elena a Casale di Carinola ed aveva agli inizi del paese la sartoria nel 1930. Riconosco nella foto mio cugino Salvatore. Ho vissuto dei giorni bellissimi ed indimenticabili a Casale da ragazzo. E ricordo ancora le albe sulla campagna bellissima del borgo. Bello!
    Renaldo Fasanaro

    Reply

Lascia un commento