Arrestato perché prometteva posti di lavoro

Stando a quanto riferito da organi d’informazione on-line, stamattina alcuni incaricati della Squadra Mobile della Questura di Caserta, in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP del Tribunale di Santa Maria C.V., ha tratto in arresto Donato Sorvillo, casertano nato nel 1966 e residente a Casanova di Carinola, impiegato civile del Centro Documentale di Caserta — Ministero della Difesa, per i reati di estorsione, truffa aggravata, millantato credito, falso materiale e soppressione di atti pubblici.

A quanto pare la suddetta persona, nella sua qualità di impiegato del Ministero della Difesa, approfittando del loro stato di bisogno, convinceva disoccupati e molti loro familiari a tentare la strada del concorso nell’Esercito Italiano, nella Polizia Penitenziaria e nella Guardia di Finanza, facendo credere che un suo interessamento presso conoscenze altolocate che bisognava “ungere” adeguatamente, avrebbe loro spianato la strada verso una facile assunzione.

L’indagine sarebbe partita dalla denuncia di uno dei tanti giovani avvicinati e puntualmente delusi. L’arrestato, al termine degli atti di rito, è stato condotto presso il carcere di Santa Maria Capua Vetere.

 

 

 

2 thoughts on “Arrestato perché prometteva posti di lavoro

  1. AvatarAnonymous

    Che pidocchio, speriamo che in carcere ci metta le radici, succhiano il sangue a gente disperata.

    Reply

Lascia un commento