Tragedia sconvolge il carinolese

Tragedia sconvolge il carinolese: stamane Federico De Santo, preside in pensione di 73 anni, della frazione di Santa Croce è stato ucciso dal figlio Gerry, un sottufficiale dei carabinieri di 43 anni in servizio alla compagnia di Catania.

Il tutto è accaduto stanotte lungo l’autostrada A 30 nei pressi del casello di Mercato San Severino in provincia di Salerno. L’uomo era andato a prendere il figlio in Sicilia dov’era coniugato e, a causa di una violenta lite, si sarebbe originata la tragedia al culmine della quale il figlio avrebbe sparato al padre scaraventando poi il corpo del genitore dalla vettura. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Castel San Giorgio. Le indagini sono ovviamente ancora in corso.

L’uomo è stato arrestato – non ha opposto alcuna resistenza – dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Salerno, ed è stato accusato di omicidio.  Secondo quanto si è appreso, il sottufficiale era in licenza e non aveva dato segni evidenti di squilibrio.

 

* foto d’archivio

 

 

2 thoughts on “Tragedia sconvolge il carinolese

  1. AvatarAnonymous

    La follia aleggia sempre più vicino di quanto non ci riesca di immaginare. Ogni altro commento è superfluo.
    E’ evidente che il gesto tragicamente estremo , tanto imprevedibile quanto atroce, che sconvolge oggi la nostra piccola comunità non può che nascere da un salto nella zona buia della psiche.
    Purtroppo lo squilibrio di un momento può portare conseguenze letali se si dispone di armi.
    Non è la prima volta che succede e purtroppo non sarà nemmeno l’ultima.
    Non possiamo fare altro che pregare per l’anima del Preside De Santo, uomo mite e razionale benvoluto e rispettato da tutti, e fare sentire alla sua famiglia la vicinanza umana per la doppia tragedia che l’ha investita.

    Reply
  2. AvatarAnonymous

    RIPOSA IN PACE CARO PRESIDE ,SEI STATO UNA PERSONA SPECIALE,NON MERITAVI
    QUESTA SORTE.
    PREGHIAMO PER TUO FIGLIO,NON POSSIAMO IMMAGINARE IL PERCHE’ DI QUESTO GESTO,
    DI SICURO NON E’ STATO “IL FIGLIO” A COMPIERLO,MA LA FOLLIA DI UN
    ATTIMO…IRRIMEDIABILE….

    Reply

Lascia un commento