Carinola, strade reali e strade virtuali

Proprio nel momento in cui ci si sta muovendo a livello amministrativo per migliorare la viabilità comunale, eseguendo lavori da tempo programmati con i fondi regionali dell’Accelerazione della Spesa, quello che è capitato ieri richiama alla memoria un articolo da noi pubblicato il 17 maggio scorso e scritto dall’amico K che parlava di una sua esperienza personale riguardante l’attivazione di una nuova linea telefonica: ebbene un altro amico ha contattato la Telecom facendo la stessa richiesta, attivare una linea privata dedicata solo ad Internet, e la risposta è stata desolantemente uguale:

[quote font=”georgia” font_style=”italic” bcolor=”#eeee22″]A Casale, e Carinola, le linee sono sature e solo in presenza della disdetta di un vecchio abbonato si potrà procedere all’attivazione di un nuovo contratto![/quote]

In parole povere: mettiamoci l’animo in pace, su Carinola è stata messa una pietra tombale da parte della nota azienda telefonica, ancora più pesante perché si tratta di una sepoltura ancora in vita!

Poco prima delle Amministrative del 5 giugno intervistammo Antonio Russo, allora candidato per SìAmo Carinola e oggi Sindaco. Una delle domande rivoltegli, a lui come agli altri candidati-Sindaco, era:

Altra cosa di cui sentiamo parlare spesso è l’attivazione del Wi-fi libero sul territorio comunale, salvo poi scontrarsi con la dura realtà che ti fa vedere quanto sia difficile, se non impossibile, attivare una nuova linea telefonica con ADSL, per non parlare della Fibra Ottica, questa sconosciuta. Cos’ha da dire rispetto a questo punto?

Cui fu laconicamente risposto:

Un territorio così vasto e poco densamente abitato non è tanto appetibile per gli operatori telefonici ed il Comune non ha competenze in merito.

Nulla quaestio, per carità, anche perché pochi giorni dopo Russo è stato eletto Sindaco e quindi la sua linea politica ha avuto l’appoggio della gente, però non possiamo fare a meno di chiederci una cosa: come mai uno dei tecnici della Telecom, senza essere sollecitato dal nostro K, sentì l’esigenza di dire «Potete ringraziare i vostri amministratori che dormono e non si interessano»?

Evidentemente un amministratore pubblico, che tiene al proprio territorio, qualcosa può fare? Anche semplici pressioni a livello amichevole, anche il solo far sentire il proprio interessamento, proprio come disse il tecnico che citavamo poc’anzi? Anche quest’atteggiamento potrebbe rappresentare un elemento di discontinuità con il passato, anche perché in quei giorni di maggio cui si riferiva l’articolo citato, era stata appena nominata la Giunta più giovane della storia del comune di Carinola e si sperava che chi è giovane dimostrasse una sensibilità maggiore verso tali problemi, e invece non successe nulla: d’accordo oltre che più giovane è stata anche la più breve della storia, ma a fare una telefonata quanto ci vuole? Forse il tempo di un caffè…

Un’Amministrazione nell’anno 2016 può permettersi di ignorare quello che era un elemento di modernità già oltre venti anni fa? Che la richiesta di maggiore attenzione ad Internet provenga da un blog che notoriamente vive grazie alla Rete può sembrare scontato, ma Telefonia e ADSL non sono solo elementi virtuali bensì reali nel senso più concreto del termine visto che grazie ad essi si spalancano le porte allo sviluppo di un territorio e alle possibilità lavorative dei suoi abitanti.

2 thoughts on “Carinola, strade reali e strade virtuali

  1. AvatarAnonymous

    Probabilmente bisogna iniziare a spiegare ai nostri (Dinosauri) Amministratori il significato delle parole INTERNET WI-FI ADSL FIBRA OTTICA …. Diciamo loro anche che esiste la POSTA ELETTRONICA (magari Certificata), la DIGITALIZZAZIONE dei servizi amministrativi, le APP, etc… etc… Ma loro fanno parte del Giurassico….

    Reply
  2. AvatarAnonymous

    Si potrebbe contattare un altro gestore e arrivare a chiedere di sostituire la centrale urbana telecom (quella dalle suore) con la sua; forse potrebbe essere appetibile.

    Reply

Lascia un commento