Rievocazione del processo a Francesco Petrucci. Corteo storico della Pro Loco Carinola

La PRO LOCO Carinola organizza la prima edizione del Corteo Storico della Carinola del 1400. L’evento, previsto l’11 dicembre prossimo, inizierà con una rappresentazione teatrale del processo a Francesco Petrucci, Conte di Carinola, partecipante alla Congiura dei Baroni del 1485-86 contro il re di Napoli  Ferrante D’Aragona.

Sarà possibile partecipare a visite guidate ai monumenti di Carinola dalle ore 09.00 alle ore 12.00. Nel pomeriggio, inizio previsto ore 14.30, il Corteo Storico prenderà le mosse dall’interno di palazzo Petrucci/Novelli, e dal loggione uno speaker fornirà notizie sui protagonisti, abbigliati con costumi d’epoca, del corteo stesso.

Durante la serata si esibiranno gruppi musicali e sarà attivo uno stand gastronomico con degustazione del vino Falerno prodotto dalle cantine locali. Prenderanno parte alla manifestazione numerosi artigiani che esporranno i loro prodotti negli storici Portoni della parte antica di Carinola.

Ulteriori dettagli saranno forniti in seguito dalla stessa Pro Loco Carinola.

Locandina rievocazione storica
Locandina rievocazione storica

 

 

 

13 thoughts on “Rievocazione del processo a Francesco Petrucci. Corteo storico della Pro Loco Carinola

  1. AvatarAnonymous

    Vabbuo che è pro-loco Carinola ma tutto a Carinola me sembra esageratu.
    Ma il presidente -casalese- i consiglieri – casalesi che fanno ?? Pensano solo alla valorizzazione delle erre vetuste e morte carinolesi…
    Copia copiassu agli esami non si passi questo è il viste corteo storico una sterile copia. ma si fatevela a Carinola.

    Reply
    1. Avataranonymus

      So che ci saranno figuranti da tutto il comune: ma la finiremo mai con queste piccinerie di borgata?

      Reply
      1. AvatarAnonymous

        che c’entra la provenienza dei figuranti……… il problema di fondo è la contraddizione vistosa che sta nel fatto che una pro loco che si rispetti dovrebbe impegnarsi a salvare le tradizioni radicate, come l’istituzione-festa della vendemmia. ben vengano le altre iniziative, ma non dimentichiamoci del resto che langue…

    1. AvatarAnonymous

      Se Casale muore non è colpa della pro loco ma dei casalesi che si nutrono solo di ricordi aurei e sputano veleno e gelosie quando qualcuno cerca di impegnarsi in qualche iniziativa comune. Serve un serio esame di coscienza a tutti ma soprattutto ai maestrini che nascosti dietro una tastiera danno lezioni di ignoranza. Forza, vediamo chi ha il coraggio e le capacità per mettersi in gioco e sacrificare tempo, lavoro, affetti, famiglia, e spessissimo anche denaro ! Allora? Stupitemii e smentitemi.

      Reply
  2. AvatarAnonymous

    ormai questi signorotti carinolesi non mi preoccupano più, in quanto i danni li hanno già fatti, mi preoccupano i futuri signorotti che i danni li devono ancora fare .

    Reply
  3. AvatarAnonymous

    Questa faccenda del corteo mi ha fatto sorridere, già vedevo il lento sfilare di figuranti nel vuoto di un paese già spopolato da anni, poi ho letto i commenti scritti precedentemente ed ho pensato che sia giusto realizzare una rievocazione medievale e dirò di più….. mettiamo in testa al corteo chi ha scritto quei commenti medievali, con una bella corona in testa, la corona della stupidità, così lo aiuteremo anche a supererà i suoi complessi che gli fanno vedere “signorotti” inesistenti. Uno dei motivi del mancato sviluppo del nostro territorio e della fine che ha fatto è stato proprio l’eccessivo frazionamento e la mentalità campanilistica del passato, un passato che purtroppo stenta a morire.

    Reply
      1. AvatarAnonymous

        Letto, grazie, ma da quello che ho letto nell’articolo, mi viene un dubbio. Francesco Petrucci, figlio di Antonello, fu giustiziato e fatto a pezzi ma Antonello era importante per la congiura, allora perché la rievocazione storica per Francesco?

      1. AvatarAnonymous

        Provvederò. Nel frattempo, professore, porterò la giustifica da casa.

Lascia un commento