Giunta di Carinola: delibera misteriosa, strana o semplicemente INUTILE?

È di questi giorni la pubblicazione all’Albo Pretorio on-line del comune di Carinola, di una delle Delibere di Giunta più… più… come potremmo dire… CRIPTICHE? MISTERIOSE? INCOMPRENSIBILI?, oppure con un po’ di ironia potremmo definirla ILLUMINATA, chissà poi da quale luce, ma ci limiteremo a qualificarla semplicemente STRANA, della storia del Comune stesso.

Dietro l’apparentemente innocuo titolo di “Conferimento incarico legale”, come del resto se ne pubblicano decine di altre ogni settimana, si nasconde una poco chiara ma abbastanza preoccupante minaccia di querela nei confronti di Tribuna Politica Territoriale on-line, uno dei gruppi Facebook più frequentati del carinolese in cui ognuno scrive i suoi pensieri politici sui diversi aspetti della vita amministrativa carinolese: anche noi di casaledicarinola.net ne siamo assidui frequentatori, insieme ad oltre 700 persone che vengono moderate, com’è giusto che sia, da un gruppo di Amministratori che si assicurano che nessuno vada fuori le righe.

Fatto sta che adesso TPT è finita sotto la lente d’ingrandimento di chi evidentemente non gradisce che il proprio operato possa essere soppesato, valutato e, perché no, anche criticato: vivaddio in un Paese democratico la libera dialettica può spingersi addirittura a dissentire da qualcuno (!!!). Perché criptica, misteriosa e incomprensibile?

– Perché non si capisce a cosa si alluda, anche se si specifica che i messaggi incriminati «si allegano alla delibera», ma gli allegati sono inesistenti;

– non si capisce se è tutto il gruppo (700 persone cioè, alla faccia della responsabilità individuale) a finire sotto osservazione e ad essere passibile di querela;

– non si capisce quali consigli legali possa dare l’Avvocato incaricato, per soli 1000 euro;

– non si capisce per quale motivo dire eventualmente “L’Amministrazione sbaglia” è lesivo dell’onorabilità del comune di Carinola, mentre invece non lo è il NON mettere mano all’asfalto di alcune strade del Comune (un esempio per tutti: la pericolosa strada che da Casale porta a Croce che per il fatto stesso di essere in pendenza è ancora più pericolosa del normale visto che invita alla velocità);

– non si capisce per quale motivo si possano a cuor leggero citare nella delibera parole come «decoro, dignità e immagine» quando quotidiniamente vediamo rifiuti abbandonati, opere incomplete, beni architettonici ignorati fino allo sfacelo, beni demaniali ignorati, servizi quasi inesistenti o ancor peggio usati malissimo, e addirittura un’altra delibera, quella relativa a Decoro Urbano (quello vero però, quello concreto… ), Delibera n. 22 del 27.3.2012, votata anni fa dalla Giunta di questo stesso Comune e bellamente ignorata e lasciata ad impolverarsi negli archivi comunali.

Una sola cosa però è certa, anzi lo è un aggettivo che ben qualifica questa Delibera: INUTILE! Sostanzialmente è così visto che già articoli di legge della Repubblica Italiana tutelano contro le diffamazioni via Facebook, tanto che a breve si terrà un processo promosso dall’onorevole Pina Picierno che ha ritenuto lesive di se stessa alcune dichiarazioni via social fatte da una giovane di Roccamonfina alla fine dello scorso anno.

Già… inutile!

—–

comments

Lascia un commento