Fiorenza Sarzanini vince il Premio giornalistico Matilde Serao 2017

È Fiorenza Sarzanini, editorialista del Corriere della Sera, la vincitrice dell’edizione 2017 del Premio giornalistico Matilde Serao. Il riconoscimento alla giornalista vincitrice di questa XI edizione sarà consegnato a Carinola il prossimo 5 maggio. L’omonimo Premio Letterario è stato assegnato ad Antonia Arslan, scrittrice e saggista di origini armene: consegna a Napoli tre settimane più tardi, il 29 maggio.

L’annuncio ufficiale è stato dato nel corso della straordinaria serata per il 125° anniversario della fondazione de Il Mattino al teatro Mercadante di Napoli, da Antonio Corribolo della carinolese Associazione Matilde Serao. Insieme al padrone di casa Alessandro Barbano, direttore de Il Mattino e habitué del palco di Palazzo Petrucci di Carinola, erano presenti anche la dottoressa Vittoria Ciaramella, Viceprefetto e già Commissario straordinario di Carinola, l’assessore alla Cultura del comune di Carinola Rosa di Maio e la presidente del Consiglio Comunale di Carinola Antonella Migliozzi.

 

Fiorenza SARZANINI, vincitrice dell'XI edizione-2017 del Premio Giornalistico Matilde Serao
Fiorenza SARZANINI, vincitrice dell’XI edizione-2017 del Premio Giornalistico Matilde Serao

 

Fiorenza Sarzanini (nata a Roma il 27 settembre del 1965) giornalista del Corriere della Sera, dove lavora dal 2000, si occupa di cronaca giudiziaria, sicurezza, immigrazione e terrorismo. Tra i casi seguiti, la morte della contessa Vacca Agusta, il G8 di Genova, lo tsunami in Indonesia e nello Sri Lanka e il terremoto in Abruzzo.

Alcuni mesi fa la Sarzanini ha fatto suo malgrado parlare di sé per l’attacco del blog di Beppe Grillo che era rivolto a suoi articoli dedicati alle vicende politiche e giudiziarie che stanno coinvolgendo l’amministrazione “Pentastellata” della Capitale guidata dal sindaco Virginia Raggi, un attacco che sapeva tanto di scomunica e al quale reagì l’intero Comitato di redazione del Corriere della Sera per essere “finita nel mirino del blog di Beppe Grillo semplicemente per avere fatto il suo lavoro”.

Nell’ampia motivazione del Premio leggiamo:

«Per aver riportato a livelli di assoluta eccellenza il giornalismo giudiziario e di inchiesta svelando fatti e misfatti e ricostruendo vicende, fatti e storie d’Italia: dal racconto del G8 di Genova ai tanti altri avvenimenti che hanno segnato la cronaca recente del nostro Paese. Per il coraggio, la determinazione, la puntigliosità, che le hanno consentito di svelare sistemi corruttivi gravi del mondo politico e imprenditoriale con obiettività, professionalità, competenza e assoluta trasparenza. Per la professionalità, l’acume, la passione con cui ha condotto le sue inchieste sempre documentate e incalzanti riuscendo a tramutare la cronaca in storia»

Con l’iniziativa, che si avvale della collaborazione e del patrocinio de «Il Mattino» e dell’alto patronato del Presidente della Repubblica, l’amministrazione comunale di Carinola, promotrice dell’iniziativa, vuole, ricordare uno dei suoi più illustri concittadini: Matilde Serao era figlia dall’avvocato Francesco, profugo in Grecia, originario di Ventaroli dove la giornalista trascorse i primi anni della sua giovinezza.

 

Albo d'oro del Premio Giornalistico Matilde Serao
Albo d’oro del Premio Giornalistico Matilde Serao

 

—–

 

comments

Lascia un commento