Falciano Bene Comune – L’ambiente e la salute

È il momento di rispondere a due domande senza usare i soliti trucchetti delle tre scimmie che non parlano, non vedono e non sentono perché rispondere ad esse è significativo per individuare le persone che, senza il velo della ipocrisia politica, vogliono mettersi in gioco per salvare Falciano del Massico dal suo declino e ridargli la speranza di un profondo cambiamento.

Il Prof. Toscano, uno dei candidati certi di Falciano Bene Comune, si è posto e pone a tutti  queste domande “Chi si propone a governare Falciano del Massico perché lo fa e per chi lo fa? Ognuno risponderà, di sicuro con petto tronfio e con disprezzo per gli altri, perché dentro di sé sente il sacro fuoco di un amore mai manifestato per Falciano del Massico per colpa di altri ed ora per lui è giunto finalmente il momento di dimostrarlo uscendo allo scoperto a viso aperto, lo fa perché vuole un bene così immenso al proprio paese da sacrificare, con un gesto di altruismo, i propri interessi ed i propri affetti famigliari.

Toscano continua “Sono dichiarazioni di principio a cui nessuno viene meno perché ognuno vuole crearsi, altrimenti sarebbe un improvvido sciocco, interesse e simpatia ed, a volte, anche qualche emozione da fare esclamare a chi ascolta un commosso: ”Ma questa persona veramente vuole bene al suo paese!”.  Ognuno affermerà, anche senza sapere di cosa parla ma convinto che sta ingannando della povera gente disperata, che si vuole mettere in gioco per creare posti di lavoro per i giovani che poi, come è accaduto sempre,  non può mantenere ma dirà sempre che è colpa d’altri.

Questa promessa ingannevole fa presa sulla disperazione delle famiglie! Nessuno dirà in un modo chiaro ed esplicito come vuole difendere un territorio ed un ambiente maltrattato, depredato, distrutto ed in continuazione violentato perché non vuole toccare i propri interessi e gli interessi dei propri amici attraverso un’indagine seria sugli scempi che quotidianamente vengono fatti e con controlli su di un territorio che è trasformato in una pattumiera e cielo aperto. Si può parlare della bellezza di ciò che questo territorio possiede solo se si ha la fermezza e la convinzione che bisogna rischiare in prima persona per recuperare ciò che oggi è ancora recuperabile denunciando all’opinione pubblica coloro che l’hanno ridotto come è oggi.

Nessuno dirà, perché non tocca a loro, perché in Falciano del Massico la mortalità supera qualsiasi dato statistico degli altri paesi vicini e soprattutto quali sono le malattie più frequenti che colpiscono gli abitanti. Non basta andare a portare conforto ai familiari che subiscono la tragedia della morte del proprio caro, bisogna con urgenza avere il coraggio di scrivere Il Libro Bianco sulla Salute, come spesso è stato chiesto dall’attuale minoranza in Consiglio Comunale.

Toscano affronta un altro problema scottante “Tutti diranno che vogliono il Cimitero solo per Falciano del Massico ma, come ha fatto l’attuale amministrazione, non dicono in modo chiaro le penali da pagare per l’uscita dal consorzio con il Comune di Carinola, penali che tutti i falcianesi pagheranno con le proprie tasse, e non dicono in modo chiaro con quali mezzi finanziari lo si vuole costruire e come lo si vuole gestire. Nessuno dice cosa pensa sulle decisioni prese dall’attuale amministrazione sulla scelta sciagurata del luogo dove costruire il nuovo cimitero calpestando ogni regola di rispetto ambientale, e sulla sua realizzazione con un Project Financing, che fior di studiosi considerano il peggiore male che possa accadere ad un paese perché si consegna nelle mani di uomini senza scrupoli e collusi senza il rispetto della pietà per i  propri morti.

Non mettere tra le priorità la salvezza ed il rispetto dell’ambiente, afferma Toscano,  significa non volere salvare la nostra agricoltura ed i suoi prodotti con grave danno agli agricoltori e a quei posti di lavoro che ancora resistono sul territorio, significa non eliminare tutti gli inquinanti che portano solo danno alla vita di ogni cittadino. Ciò poco interessa perché significa rinunciare ad affari ed a collusione che ormai sono il tessuto connettivo del vivere in Falciano del Massico.

Rispettare e curare l’ambiente oltre ad avere prodotti della terra affidabili per la salute di tutti è anche poter bere un’acqua, quando scorre dai rubinetti delle case!, che oggi è solo un liquido torbido e schiumoso. Non salvaguardare e difendere il nostro territorio significa, ancora incalza Toscano, non progettare un suo recupero turistico ambientale per attirare l’interesse a visitarlo ed immetterlo in un circuito turistico tale da creare occasioni serie di lavoro per i giovani del paese. Difendere l’ambiente e recuperarlo è difendere la propria vita non solo di oggi ma quella di sempre.

Rispondere alle due domande perché lo faccio e per chi lo faccio è il modo semplice per dire ai cittadini di Falciano del Massico, conclude Toscano, con chi si vuole stare senza ingannare se stessi. Falciano Bene Comune con il suo candidato Sindaco Erasmo Fava ha fatto già queste scelte e le realizzerà con convinzione.

Ufficio Stampa Falciano Bene Comune, 03/04/2017

 

comments

Lascia un commento