Casale di Carinola, Santuario di Maria Ss. delle Grazie: ci si prepara per l’evento

A due mesi esatti dall’elevazione della cappella di S. Maria delle Grazie a Santuario Diocesano, erezione la cui convalida ufficiale avverrà con un apposito decreto vescovile, fervono i preparativi consistenti soprattutto nell’installazione dei servizi igienici e in opere di ristrutturazione e rinforzamento statico. Insomma, proprio come una bella donna, quel luogo così caro ai casalesi e non solo si sta preparando a dare il meglio di sé, tenendo tutto celato e al riparo da ogni sguardo altrui (foto in alto).

Intanto dopo la richiesta don Luciano Marotta di risistemazione della sede stradale del tratto che congiunge via S. Maria a via dei Ciliegi, richiesta inoltrata nel mese di maggio, anche il Comune si sta preparando per la mini-gara d’appalto da svolgersi tra le impresse di fiducia per la posa dell’asfalto. Il computo metrico è già stato effettuato e ammonta a circa 1000-1200 m² di asfalto che serviranno a ricoprire non solo il tratto indicato nella richiesta ma anche quello che scende, passando per la strettoia nei pressi di casa Verrengia-Pietroluongo, dalla Stele fino al largo Luigi Razza.

Stradina che congiunge la Stele votiva al Santuario
Stradina che congiunge la Stele votiva al Santuario

 

All’evento del 7 agosto parteciperanno fedeli dell’intera Diocesi di Sessa Aurunca che assisteranno alla solenne celebrazione presieduta da Sua Eminenza cardinale Beniamino Stella, Prefetto della Congregazione per il Clero, di cui recentemente è stata confermata la presenza, e dal nostro Vescovo mons. Orazio Francesco Piazza

Ricordiamo che tale evento avrà come prologo, domenica 30 luglio, il “ritorno a casa” della Sacra Icona in tufo che fu temporaneamente traslata nella Chiesa Madre il 18 aprile scorso.

Traslazione-e sistemazione sull'altare maggiore della Sacra Icona di Ss Maria delle Grazie
Traslazione-e sistemazione sull’altare maggiore della Sacra Icona di Ss Maria delle Grazie

 

—–

 

comments

2 thoughts on “Casale di Carinola, Santuario di Maria Ss. delle Grazie: ci si prepara per l’evento

  1. Anonymous

    Speriamo che questa cosa possa portare ad una rinascita del nostro paese, anche se è assurdo che per rifare un tratto di strada, bisogna fare un santuario. Se questa è la regola, per rifare la strada che porta a croce, pericolosissima, dobbiamo far costruire, come minimo, una basilica.

    Reply
  2. Anonymous

    Bravo. Quando la richiesta viene dai prelati, i politici corrono con le brache in mano, quando c’è da sistemare quella vergogna che è via Croce tutti dormono.
    Evidentemente sono questi i politici che meritiamo.

    Reply

Lascia un commento