Carinola, la luna di Santa Maria e i fondi giusti

Eppure ci sono realtà intorno a Carinola che si danno un gran da fare e non vedi la presenza h 24 nelle sedi municipali come i “presentissimi” amministratori di Carinola, ma a fare cosa?

Alcuni giorni fa un illuminante articolo de Il Mattino a firma di Fabio Mencocco illustrava le potenzialità della realizzazione di Santa Maria La Fossa:

Un polo scolastico, dotato delle migliori tecnologie e autosufficiente. È la scuola, modello green, interamente ristrutturata e inaugurata ieri mattina a Santa Maria la Fossa la cui amministrazione comunale guidata da Antonio Papa, è riuscita a far finanziare il progetto da otre 1 milione di euro, grazie ai fondi di Mef, Mit e Miur («Abbiamo intercettato i fondi giusti oltre un milione per costruire il primo istituto ecologico»).

LA NOVITÀ – Il fiore all’occhiello della scuola è senza dubbio l’efficientamento energetico, dato che sia la scuola elementare Falcone che l’asilo Montessori, del tutto recuperato grazie all’offerta migliorativa dell’azienda che ha eseguito i lavori, hanno la capacita dl essere autosufficienti dal punto di vista del consumo energetico. Ed è proprio sotto il profilo dell’energia rinnovabile che la struttura trae il suo maggior pregio dato che i plessi scolastici sono dotati di pannelli fotovoltaici in grado di assicurare energia elettrica. a cui si aggiunge un impianto dl riscaldamento radiante che fa passare il calore anche attraverso il pavimento.

L’ECOLOGIA – Inoltre la scuola è dotata di infissi di ultima generazione, in grado di trattenere il caldo durante i mesi invernali e dl favorire un clima più fresco nel periodo estivo. La ristrutturazione dei tre plessi che costituiranno il nuovo polo scolastico. è durata circa 2 anni: la struttura è adeguata anche alle nuove normative antisismiche in modo da «garantire la massima sicurezza dei bambini», dice il primo cittadino Papa. Durante le operazioni ristrutturazione, in cui è stato preservato anche il valore storico della scuola costruita nel 1939, sono state eseguite operazione di alleggerimento dei solai e introduzione di materiali di supporto in fibra di carbonio, che possono assicurare flessibilità e resistenza durante un eventuale terre. moto.

LA GINNASTICA – «Il nuovo polo sarà fornito anche di una palestra costruita ex novo, ed è la prima volta nella storia che la scuota elementare di Santa Maria la Fossa, ha un centro sportivo e per di più completamente autosufficiente dal punto di vista energetico», ha detto il sindaco Papa. La scuola a marchio green del territorio del basso Volturno, è un vanto per l’amministrazione comunale e lo ha sottolineato lo stesso primo cittadino durante la presentazione «Creare una struttura del genere, conservandone il valore storico. è stata una vera e propria sfida per tutti coloro che hanno partecipato al rifacimento», ma oltre alla questione tecnica e tecnologica «abbiamo dovuto superare anche gli scogli di chi ha cercato di metterci i bastoni tra le ruote. facendo esposti in Procura. Nonostante tutto- ha aggiunto – siamo riusciti a concludere il tutto in un solo anno scolastico e consegnando alla città una scuola che ha un grande valore per la provincia di Caserta».

LA PROMESSA – L’impegno dell’amministrazione comunale e la buona riuscita dell’opera, oltre alla capacità di intercettare i finanziamenti, è stata ribadita anche dal consigliere regionale del Pd, Gennaro Oliviero, che ha partecipato alla cerimonia di inaugurazione di ieri mattina, Ora per i bambini di Santa Maria la Fossa, si apre un nuovo capitolo.

Eppure ci sono realtà intorno a Carinola…

Mi raccontava un mio defunto zio, che un signore di Nocelleto nel primo dopoguerra mandò il figlio a studiare presso le scuole di Santa Maria Capua Vetere ritenendole più prestigiose delle scuole locali e perché convinto di dare al figlio un’istruzione migliore.

In una bella serata primaverile agli occhi dello studente si mostrava bellissima una luna piena e questi esterrefatto da tanta beltà candidamente domandò al padre “Papà ma perché la luna di Nocelleto è diversa da quella di Santa Maria Capua Vetere?” Il povero papà sconsolato non seppe trovare risposta adeguata…

Ma non è forse che i “nostri”, chiusi nelle segrete stanze municipali, sono anch’essi dediti a studiare la “luna di Santa Maria”, quindi a perdere tempo?…

 

Lorenzo Razzino

comments

4 thoughts on “Carinola, la luna di Santa Maria e i fondi giusti

  1. Anonymous

    Caro Lorenzo, il tuo post é simpatico e diverso dai precedenti, a me é piaciuto. Anche Carinola ha tentato di costruire la cittadella scolastica ( sul personale della scuola l’ amministrazione non ha competenze). Fu avviato un progetto bocciato poi dai nuovi e vecchi barbari, la struttura rimane e utilizzando le strutture del dismesso Tribunale l’opera potrebbe ancora essere realizzata. Sono tutti o quasi tutti concentrati a difendere l’ asilo di Carinola, perdendo di vista la programmazione in tema scolastico. Non conoscono la luna, una Giunta debole, debolissima senza conoscenze di base, senza competenze e capacità, dei bravi imbrogliapettole. Su Santa Maria La Fossa ci andrei cauto. Hanno fatto una scelta politica di tenersi la munnezza. Noi altri, almeno fino a questo momento abbiamo tutelato il nostro territorio. C’ é ancora un filo di speranza che ci potrà salvare, tu, Casaledicarinola.net e altri gruppi di compagni e amici dovete essere della partita, della prossima partita. Un ultimo contributo, un ultimo comizio fatto di passione, di onestà, di partecipazione. Ha ragione G. Gaber “la libertà é partecipazione”. Tex W.

    Reply
  2. Anonymous

    Caro Tex, ti ringrazio ed ho anche capito perché il mio commento sulla ” luna di Santa Maria ” ti è simpatico e ti è piaciuto ” perché diverso dai precedenti…”
    Continuo a pensare che ” ogni stagione da i suoi frutti ” a mio modesto avviso , e mi ripeto, la nostra stagione l’abbiamo vissuta ora tocca ad altri, quelli che vivono la verde stagione, stimoli, capacità digitali, conoscenze informatiche, non incapaci perdigiorno oppure improbabili cercatori di come sbarcare il lunario e sopratutto senza scheletri inquinanti .
    Credo che dagli anni novanta ad oggi due sono state le opzioni per dare una dignitosa compagine governativa a Carinola all’altezza dei tempi e scevre da qualsiasi condizionamento : Alternativa Democratica ( scusami per l’autocitazione) e Coraggio e Libertà, purtroppo non hanno avuto grande fortuna e grande presa nell’elettorato carinolese , le ragioni dei flop non sono poi tanto difficile da capire, sempre pronto il giorno dopo ad aver votato il ” peggio ” a iniziare la solita tarantella delle lamentele.
    Quindi oltre ad auspicare la discesa in campo di altri ” coraggiosi ” per dare un’altra chance di ravvedimento all’elettorato carinolese, ma bisogna dire che l’elettorato ha sempre ragione e si ” merita il governo che ha ” e questo è ineccepibile, non vedo altri ruoli per me ma ciò non mi impedisce di augurarti buona fortuna politica visto che ancora , forse anche insieme ad altri della fu stagione che come te , pensi di rimetterti in gioco.

    Reply

Lascia un commento