Concorso Navigator 2019, non prima di aprile

È stato pubblicato sul sito di Anpal Servizi il bando ufficiale per la selezione di una società che si occuperà di organizzare i test che saranno sottoposti ai candidati per la nuova figura prevista dalla legge sul reddito di cittadinanza per aiutare i beneficiari a trovare lavoro. Il bando predisposto da Anpal Servizi per la ricerca del soggetto che dovrà selezionare i tutor incaricati di accompagnare i percettori di reddito di cittadinanza ha infatti come scadenza le ore 12 del prossimo 25 marzo.

E nel bando stesso Anpal stabilisce che “la base dati dei test relativi alla prova selettiva dovrà essere definita e messa a disposizione di Anpal Servizi Spa entro 20 giorni dalla stipula del contratto”. E quindi, a conti fatti, con le date fissate nel bando Anpal, le prove di selezione per i navigator si terranno non prima di aprile. Secondo il documento dell’Anpal dovrebbero essere 60mila i possibili candidati. I posti in palio, almeno di cambiamenti, dovrebbero essere 10mila6mila reclutati tramite il concorso Anpal e 4mila che invece verranno scelti tramite bandi regionali.

Nonostante lo stallo della trattativa governo-Regioni sul tema, l’Agenzia guidata da Domenico Parisi va avanti e ricerca un soggetto capace di organizzare la selezione delle persone che dovranno operare come “tutor” dei percettori del reddito di cittadinanza nel percorso di ricerca di un’occupazione. È stato infatti pubblicato ieri, sul sito di Anpal, l’avviso per la ‘Procedura negoziata (MePA), ai sensi dell’art. 36 comma 2 lett. b) d.lgs. 50/2016 (Codice), per l’affidamento del servizio di predisposizione test, organizzazione, gestione e realizzazione della prova scritta per la selezione pubblica per il conferimento di incarichi di collaborazione a supporto dell’organizzazione e dell’avvio del reddito di cittadinanza, ex art.12, co. 3 dl 4/2019′.

È previsto che possono «partecipare alla gara i soggetti, in forma singola o associata, di cui all’art. 45 del Codice che, alla data di scadenza del termine di presentazione delle offerte, siano iscritti ed abilitati al Bando “Servizi” MePA – categoria merceologica “Servizi di ricerca, selezione e somministrazione del personale – Gestione delle procedure concorsuali” e in possesso dei requisiti prescritti dai successivi articoli».

La selezione sarà rivolta ai soli laureati, mentre non è chiaro se ci saranno o meno dei requisiti legati all’età (poco probabile). Nel dettaglio, a poter inviare la propria candidatura saranno i laureati nelle seguenti discipline:

  • Economia;
  • Giurisprudenza;
  • Sociologia;
  • Scienze Politiche;
  • Psicologia;
  • Scienze della Formazione.

Si conosceranno i dettagli alla definitiva pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale.

Come si legge ancora nel capitolato tecnico del bando, “la prova selettiva” dei navigator “consisterà nella somministrazione di un test a risposta multipla composto da massimo 100 quesiti sulle seguenti materie e nelle percentuali indicate:

  • quesiti di cultura generale 10%;
  • quesiti psicoattitudinali 10%;
  • quesiti di logica 10%;
  • quesiti di informatica 10%;
  • quesiti sui modelli e gli strumenti di intervento di politica del lavoro 10%;
  • quesiti sul reddito di cittadinanza 10%;
  • quesiti sulla disciplina dei contratti di lavoro 10%;
  • quesiti sul sistema di istruzione e formazione 10%;
  • quesiti sulla regolamentazione del mercato del lavoro 10%;
  • questi su economia aziendale 10%”.

La base dati richiesta dall’Anpal è di 1.500 test, che dovranno prevedere 4 risposte multiple predefinite, di cui una sola inequivocabilmente esatta, mentre le restanti saranno errate. I quesiti e le relative risposte, continua il bando “dovranno essere predisposti considerando un livello culturale universitario”.

Un onere massimo complessivo di 180mila euro, Iva esclusa, è il costo fissato per la selezione dei navigator che dovranno operare da tutor per l’avviamento al lavoro dei percettori del reddito di cittadinanza.

comments

Lascia un commento