Casale, circonvallazione sempre meno strada!

Ancora una volta ci vediamo costretti a segnalare il solito ostacolo sulla circonvallazione casalese, questa strada-non-strada che è la croce (!) e delizia (?) degli abitanti del nostro piccolo borgo.

Con vera e propria sagacia è stata piazzata una transenna, quella gialla solita, proprio all’inizio della curva. C’è un problemino però, magari di poco conto per chi percorre questa strada a piedi: con la vegetazione, che di questi tempi cresce velocemente e rigogliosa, ai lati della strada non si vede se non all’ultimo momento!

Non è certo la possibile velocità che ci preoccupa, il fondo stradale peggiora sempre di più e quindi è diventato quasi impossibile correre, ma la “provvisorietà”; quanto tempo è destinato a durare tale ennesimo sconcio? Di tagliare l’erba a quanto pare non se ne parla, la nostra segnalazione di qualche giorno fa per un necessario taglio dell’erba nell’ex area mercato è rimasta come temevamo lettera morta, di riasfaltare la strada ancora meno (basta guardare questa foto scattata un mese fa, ma da tempo lo scenario non cambia…

Questa traccia non sarebbe ora di riasfaltarla?

… sta diventando addirittura pericolosa la noncuranza che sta portando a un preoccupante restringimento della carreggiata percorribile); insomma l’unica cosa che è altamente probabile è che quella transenna divenga il classico “provvisorio”, qualcosa messo lì provvisoriamente ma che, a causa dell’immobilismo burocratico-amministrativo, diventa definitivo (basta guardare al bivio che da Casale conduce all’Appia per poi andare a Ventaroli e Sessa, dove uno smottamento del terreno 9 anni fa fu “provvisoriamente” segnalato con una barriera New Jersey e da allora fa parte del paesaggio).

E in Italia, si sa, nulla è più definitivo del provvisorio!

comments

3 thoughts on “Casale, circonvallazione sempre meno strada!

  1. Il borgo

    Visto che vi vedete costretti ogni volta, a far sembrare il nostro piccolo borgo un paese disastrato, perché invece di scrive non fate qualcosa per aiutare il nostro piccolo borgo?

    Reply
    1. casaledicarinola.net Post author

      Veramente non riusciamo a comprendere il senso delle tue parole. Il “ci vediamo costretti” implica ovviamente che ci piacerebbe tanto scrivere qualcosa di buono sul nostro paese ma purtroppo non ci riusciamo: se invece a te le foto dicono qualcosa di diverso saremmo felici di pubblicare un tuo pensiero.
      In ogni caso, vuoi vedere che i responsabili del miserrimo stato del nostro paese siamo noi e non chi ci amministra?
      Ritornando all’amore che proviamo per Casale, pensiamo che questo sia fuori discussione visto e considerato che è stata la molla che ci ha spinto alla creazione di un sito dedicato alla sua storia, tradizioni, cultura… ora purtroppo il presente non è all’altezza del suo passato, dobbiamo ignorarlo? Saresti contento così?

      Reply
  2. Anonymous

    Chi ci governa altro non è che l’immagine di noi stessi.
    Ti sei mai chiesto:
    tra un politico acculturato, istituzionalmente preparato e almeno apparentemente onesto;
    e un politicante di mestiere venditore di fumo, etc. il popolo due volte su tre sceglie il secondo?.
    I miserabili siamo noi

    Reply

Lascia un commento