Carinola, richiesto lo stato di calamità naturale

Con delibera n. 91 del 13/11/2019 la Giunta comunale di Carinola fa richiesta alle autorità competenti del “riconoscimento dello Stato di calamità naturale” per l’intero territorio comunale a causa dell’“ESONDAZIONE DEL GRAN CANALE FIUME SAVONE”.

La richiesta, derivante dalla proposta dell’assessore all’Agricoltura Mario Nicolò, si riferisce ai fatti dello scorso 3 novembre quando in seguito a forti e insistite piogge, unite a forti raffiche di vento, hanno provocato lo straripamento del fiume Rio Lanzi e la rottura delle spallette del fiume Savone in corrispondenza dell’innesto Rio Lanzi.

Poiché dalle prime ricognizioni e dai sopralluoghi effettuati, emergono danni ingenti alle colture in tutto il territorio comunale di Carinola ed in particolare nella frazione di Nocelleto danneggiando un territorio a vocazione prevalentemente agricola, si ravvisa l’opportunità da parte degli organi competenti, di provvedimenti straordinari, «anche in termini di contributi e sostegni finanziari al fine di far fronte alle emergenze sopra descritte, ai maggiori costi per ripristinare le coltivazioni e gli impianti».

Intanto, come scrive Antonella Migliozzi in qualità di presidente del Consiglio Comunale sul suo profilo Facebook «Stiamo seguendo attentamente nel contempo le attività di pulizia e di manutenzione straordinaria del corso fluviale da parte del competente Consorzio di Bonifica e col Commissario Presidente dott. Carlo Maisto».

comments

3 thoughts on “Carinola, richiesto lo stato di calamità naturale

  1. Anonymous

    richiesta di calamità naturale per la strada che da Croce di Casale giunge a Casale NOOOO!!!!!!!!!!!!!!
    (Andreotti: ” a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”)

    Reply
  2. Anonymous

    nel contempo il popolo Carinolese dovrebbe seguire attentamente le attività politiche di questa amministrazione.
    le elezioni non sono poi così lontane per questa gente.

    Reply
  3. Anonymous

    veramente Carinola è stata colpita da uno stato di calamità politica, non naturale ma artificiale.
    Bisognerebbe chiedere i risarcimenti dei danni allo Stato.
    “Il popolo Carinolese, monitora lo sviluppo della situazione”

    Reply

Lascia un commento