Disarredo urbano

Il centro storico di un paese, OGNI CENTRO STORICO DI OGNI PAESE, dovrebbe essere una sorta di biglietto da visita dell’agglomerato urbano, grande o piccolo che sia, invece da noi a Casale di Carinola il degrado e l’abbandono la fanno da padroni fin dal centro storico.

A cosa ci riferiamo stavolta? Tra i tantissimi motivi che spesso purtroppo ci portano a fare fastidiosi commenti autolesionisti sulla nostra amata Casale, c’è questo trabiccolo bianco e rosso che “adorna” il centro di Casale dietro la fontana, trabiccolo ormai inutile che in pratica possiamo definire UN AMMASSO DI FERRAGLIA INUTILIZZATO MA ANCORA NON ARRUGGINITO!

Posizionato là con le migliori intenzioni, avrebbe dovuto essere un Eco-compattatore di bottiglie di plastica nell’ambito del Progetto LISA, forse qualcuno ricorderà il pomposo “A Carinola la differenziata si fa in quattro”; avrebbe dovuto distribuire Eco-Punti da spendere nei negozi aderenti al progetto, avrebbe, avrebbe… Tra i tanti condizionali si disse anche che quel posizionamento sarebbe stato provvisorio: non si poteva lasciarlo lì al centro del paese per ragioni di opportunità, di estetica

E ADESSO???

… si aspetta forse la ruggine? Ci si comporta forse come al solito, si pensa cioè che visto che all’epoca c’era un’altra Amministrazione è lecito ignorarne i lasciti? Che le colpe dei padri ricadano sui figli? Basta! Francamente siamo stanchi di questo modo di agire di pensare… ma non si vergogna chi si riempie la bocca di belle parole e poi è complice del disarredo urbano più evidente?

Pochi giorni fa abbiamo letto il comunicato congiunto Amministrazione-PD Carinola per l’allargamento della maggioranza a sostegno del sindaco Russo per questo scorcio di legislatura, e abbiamo visto che uno dei punti programmatici recitava: “Una maggiore attenzione al DECORO URBANO”. Ora a parte che fare simili programmi equivale a dire tutto e non dire niente, significa scrivere il solito libro dei sogni nel più puro politichese, si dia un concreto esempio del FARE! QUESTO È DECORO URBANO!

Ovviamente questo è solo uno dei tantissimi sconci dell’intero comune di Carinola, noi ci limitiamo ad osservare la realtà che viviamo quotidianamente, e perciò ci lascia basiti e ci inorridisce l’atteggiamento di chi, amministratore, pur vedendo finge di ignorarla ogni giorno. Un rigurgito di dignità imporrebbe di pensare alle dimissioni, ma ormai nemmeno più la dignità ci aspettiamo da chi ci DISAMMINISTRA DA ANNI.

La cosa più sconsolante però è pensare che difficilmente le cose cambieranno, anche col prossimo popolare, democratico, voto!

 

* Da un po’ di anni sembra che a Carinola il problema dei problemi in un articolo non sia il contenuto, ossia la descrizione a tinte fosche ma veritiere della realtà, oppure le foto che per definizione valgono più di un milione di parole, bensì la sua firma: ebbene questo scritto, come parte di quelli di casaledicarinola.net, non è firmato ma non perché chi scrive si nasconda dietro il più comodo anonimato, ma perché il grido di dolore è condiviso dall’intera redazione

 

comments

2 thoughts on “Disarredo urbano

  1. Anonymous

    non’è vero che le cose non possano cambiare, basta semplicemente mandare a casa i rappresentanti locali, dediti solo a pensare ai loro interessi e a raccontare stronzate in piazza.
    QUELLA FOTO E’ LA CONFERMA “NUN SE NE FOTTONO”

    Reply
  2. Anonymous

    chissi nun tennu a forza mancu de se lavà a faccia a matina, che cazzu ce vù sperà

    Reply

Lascia un commento