Finanziamenti per il Palazzetto, ma latitano i programmi!

Con la pubblicazione del Decreto Dirigenziale n. 73, all’interno del BURC Campania del 29 marzo 2021, riprende vigore uno di quegli argomenti che probabilmente saranno dibattuti nella campagna elettorale amministrativa che Carinola vivrà nei mesi prossimi: “Lavori di completamento impianto sportivo polivalente presso la Villa Comunale fraz. Nocelleto – Località Santa Barbara”.

Le percentuali di cofinanziamento di tali lavori, previste nel POR Campania FESR 2007/2013, erano così ripartite: 75% a valere sulle risorse del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale, e il restante 25% a valere su risorse nazionali. Ricordiamo che con Delibera di Giunta Municipale n. 12 del 28/01/2014 era stato approvato il progetto esecutivo dell’intervento per un importo di € 900.000,00 di cui € 810.000,00 a valere sui fondi del POR FESR 2007/13 ed € 90.000,00 quale quota di cofinanziamento a carico del Beneficiario.

Con il Decreto Dirigenziale n. 136 del 20/04/2017, l’amministrazione regionale ha proceduto alla liquidazione a favore del Comune di Carinola (CE) della somma di € 261.438,48, quale primo acconto del 30%, e nell’agosto 2019 si era proceduto alla liquidazione dell’ulteriore acconto, pari ad € 343.335,44, stabilendo, nel contempo, che il beneficiario aveva l’obbligo di rendicontare la spesa entro 30 giorni dal ricevimento della predetta somma, inviando tutti gli atti amministrativi. Condizione N-O-N soddisfatta dal comune di Carinola e che aveva automaticamente provocato la revoca del finanziamento.

Adesso quella «revoca è stata revocata», e non è un gioco di parole ma il contorto burocratese degli atti ufficiali

provvedere alla revoca del provvedimento di revoca Decreto Dirigenziale n. 714 del 09/11/2020, in quanto il Comune di Carinola ha ottemperato, seppur in ritardo, agli obblighi sanciti dall’art.9 della Convenzione n.141 del 23/07/2019 e di quanto stabilito nel DD. n.313 del 05/08/2019 di liquidazione dell’ulteriore acconto, trasmettendo, con nota prot.619494 del 28/12/2020, la rendicontazione amministrativo contabile al fine di consentire il controllo della spesa e la certificazione della stessa

Ecco, il controllo: con l’uso di questa magica parolina la Regione ha introdotto uno di quelli che dovrebbe essere uno degli argomenti cardine della prossima campagna elettorale, chi controlla chi e come! Chi controlla come vengono spesi i soldi, come vengono effettuati i lavori, come si rimettono a posto le cose spostate o distrutte per l’effettuazione del lavoro stesso.

Un’altra parolina magica sconosciuta a Carinola, dove tutti i prossimi candidati fingeranno di essere nuovi e si smarcheranno da tutto ciò che non va, ma di cui direttamente o indirettamente sono artefici?

Responsabilità, parola il cui suo senso profondo va affievolendosi a dir la verità in tutt’Italia: per esempio ci sarà qualcuno che si prenderà la responsabilità, pesante ce ne rendiamo conto, di dire che il Palazzeetto dello Sport di Nocelleto è un’opera sbagliata, tutta da rifare e che al massimo sarà recuperabile per una partitella tra amici, ma nulla di più? Insomma il tipico fumo gettato negli occhi della gente, così come è stato fatto con noi a Casale per i giochini per i bimbi sul cemento, fatto passare per Parco Giochi nel verde.

Un’altra? Programmazione. In queste settimane leggiamo in maniera quasi ossessiva di chi va con chi, di Tizio che sta con Sempronio mentre Caio rimane a guardare… per ora!, ma qualcuno ha intenzione di pensare a come affrontare le molteplici problematiche che Carinola ha, o a come valorizzare e sfruttare le poche bellezze di Carinola, pensiamo alle bellezze storico-architettoniche o paesaggistiche per esempio, insomma qualcuno ha intenzione di proporre qualche soluzione o si pensa come al solito ad aggregare solo chi porta voti fregandosene del nostro povero Comune?

O si pensa di propinarci ancora la favoletta del “TUTTO VA BENE” e che bisogna solo lavorare di cesello per affinare la quasi totale perfezione?

È questa la classe politica che ci apprestiamo a riconfermare? Forse sarebbe il caso di farsi qualche domanda da cui trarre una risposta cruda, sincera e senza infingimenti, che non può che essere: «Chi è causa del suo mal pianga sé stesso!»

3 thoughts on “Finanziamenti per il Palazzetto, ma latitano i programmi!

  1. AvatarAnonymous

    I carinolesi si sono abituati a questo modo di fare politica. I programmi sono utili solo per fare un po’ di campagna elettorale, tanto poi ad amministrare ci saranno sempre gli stessi e non cambierà mai niente.
    Largo ai giovani, ma quelli veri, non a quelli che si accodano ai potenti di turno pensando di poter cambiare Carinola unendosi a loro.
    Speriamo per ottobre!

    Reply
  2. AvatarAnonymous

    per carità alle prossime elezioni non votate nessuno sia di maggioranza che di minoranza di questi scellerati politici, che hanno distrutto, il Comune di Carinola.
    Votare questi incapaci è come tagliarsi i coglioni.

    Reply
  3. AvatarAnonymous

    questi vecchi politici, sono privi di coscienza, altrimenti si vergognerebbero anche di uscire.

    Reply

Lascia un commento