La Sinistra di Vozza e il Reddito Minimo Garantito

Igor Prata, candidato al consiglio regionale, alle 11 di questa mattina 23 Maggio era a Caserta al Caffè Coffea per lanciare con il suo candidato Presidente Salvatore Vozza, Maria Pia Pizzolante portavoce nazionale di TILT e Lella Palladino sociologa, il punto fermo del programma della lista Sinistra al Lavoro per la Campania: il Reddito Minimo Garantito.

Prata ha affermato che «il connubio del diritto allo studio e del reddito minimo garantito porterà finalmente  dignità ai giovani campani. Il reddito minimo è ormai discusso a tutti i livelli politici ed in tutte le regioni. In attesa di una legge nazionale ci assumiamo la responsabilità della sua attuazione in Campania. La nostra regione più di altre ha un bisogno sociale di questa misura.»

«Dare un reddito minimo ad un giovane neo laureato, un disoccupato, un inoccupato o un precario ha una ricaduta sociale molto importante. Innanzitutto garantisce un benessere psicologico nel cercare il lavoro più attinente al suo percorso di studi o professionale, ma soprattutto togliamo energie nuove alla malavita, riduciamo il lavoro nero e riduciamo drasticamente la microcriminalità.»

«È dal 1992 che l’Unione Europea invita gli Stati Membri ad attuare il reddito minimo. In molti Stati è già realtà mentre in Italia si pensa ancora di farla passare come utopia.»

comments

One thought on “La Sinistra di Vozza e il Reddito Minimo Garantito

  1. anonymus

    In Campania il reddito minimo garantito è stato già atuato ai tempi di Antonio Bassolino.
    Ma perchè nessuno lo ricorda?

    Reply

Lascia un commento