Nera di Bufala: nuovo marchio campano

L’oro bianco del Mediterraneo diventa nero: la prima mozzarella dal colore nero, il cui marchio è stato prontamente registrato, è una creazione tutta nostrana dell’imprenditore caseario locale Umberto D’Angelo, titolare di un caseificio con punti di produzione a Cancello ed Arnone e Caianello, e svariati punti vendita nell’alto Casertano e basso Lazio. La “Nera di Bufala” è stata presentata nel corso della “Sagra della Mozzarella”, uno degli sfondi più tipici della mozzarella di bufala DOP, tenutasi l’8, 9 e 10 agosto scorsi nella cittadina casertana.

La “nuova” mozzarella ha assunto il colore nero grazie all’aggiunta di carbone vegetale che, assicura l’ideatore, garantisce maggiore digeribilità, rilasciando principi attivi dagli effetti positivi sull’intestino. «L’idea – spiega il fantasioso imprenditore D’Angelo – mi è venuta dopo aver assaggiato il pane nero al carbone. Ho pensato che lo stesso principio potesse essere applicato alla mozzarella e così ho iniziato a produrla per provare. Nella fase di gestazione, ho lavorato per giorni e giorni l’ingrediente principale per conferirgli il colore giusto, ma non mi riusciva bene… Ero, però, convinto di potercela fare ed ho insistito sempre di più, fino a quando ho ottenuto il risultato che desideravo, sia come colore che come sapore. Dopo qualche settimana abbiamo iniziato a venderla e l’effetto sulle persone è stato esaltante: la mozzarella nera è piaciuta moltissimo ai nostri clienti!».

Nera
Umberto D’Angelo

Tantissimi i curiosi che hanno preso d’assalto i due punti vendita per assaggiare la nera novità dell’estate.

Per avere la garanzia della bontà organolettica della sua creazione, D’Angelo ha fatto analizzare il prodotto da un laboratorio specializzato, ottenendo un risultato positivo della sua qualità sia sotto l’aspetto della digeribilità che della diminuzione del colesterolo. Per quanto riguarda l’impatto sulla clientela, dopo l’esitazione iniziale, il primo assaggio ha smorzato le perplessità e i consumatori sono ritornati per acquistarla, esprimendo un parere positivo sul gusto e sugli aspetti medici annunciati.

Bisogna inoltre aggiungere che, a differenza della bianca, la Nera di Bufala conserva la sua freschezza per qualche giorno in più e alcune pizzerie della zona hanno già iniziato ad utilizzarla sulla pizza e altri piatti. I primi a proporre la mozzarella nera sulla pizza alla propria clientela sono stati Antonio e Antonio, i due giovani gestori del ristorante “Da Finistone”, sulla Domitiana a Mondragone, che commentano: «Cerchiamo di essere sempre al passo con le ultime scoperte e tendenze. Quindi, appena ci è giunta notizia della produzione di mozzarella nera, abbiamo deciso di sperimentarla sulle nostre pizze per arricchire la nostra varietà di offerta. Per questo abbiamo creato la “Pizza alla Mozzarella Nera di Bufala”, che sta avendo un buon successo, sia per la novità che per il gusto».

Nera
Pizza alla Mozzarella Nera di Bufala

I fratelli D’Angelo, Giovanni ed Umberto, casari esperti e figli d’arte, hanno ereditato la passione per i prodotti bufalini dal papà Pietro che ha sempre amato questo settore. Adesso, si sono lanciati in questa nuova sfida ed hanno in programma un’importante campagna promozionale, per far conoscere il loro prodotto in Italia e all’estero. Dopo la registrazione del marchio, la nera di bufala si prepara a conquistare il mercato nazionale ed internazionale. Numerose sono già le richieste da Francia, Germania e Svizzera. Ho avuto modo di chiacchierare con la sorella del fantasioso Umberto, la quale mi ha detto, emozionata e soddisfatta, di aver ricevuto una videochiamata perfino da Dubai!

Insomma, l’export di Terra di Lavoro si arricchisce della nuova eccellenza nera, rigorosamente campana e made in Italy.

E sebbene qualche purista possa storcere il naso, la Nera di Bufala rappresenta un nuovo slancio per un settore provato e in difficoltà, con l’augurio che iniziative simili siano sempre più alimentate dalla passione di chi sa essere sempre all’avanguardia in questo comparto.

La Nera di Bufala è attualmente disponibile sono nelle due rivendite ufficiali del caseificio D’Angelo, che si trovano in:

via Roma/lottizzazione Gallo, 29

Cancello ed Arnone (CE)

tel. 0823 856503

Uscita casello autostradale

Caianello (CE)

tel. 0823 922939 mob. 338 1628027

info@caseificiodangelo

È opportuno prenotarla il giorno prima, per gustarla in tutta la sua freschezza. Io, spinta dalla curiosità e dalla gioia di una creazione “di casa nostra”, sono andata di persona a farne scorta e posso dire che è davvero eccellente. Complimenti vivi alla passione, fantasia e, perché no, sagacia imprenditoriale di questa realtà vitale a pochi passi da noi, tutta da scoprire e gustare, che merita di cuore d’essere sostenuta.

Adele Migliozzi

P.S. Aggiungo che la signora D’Angelo ha elogiato il nostro paesello e la nostra “Festa della Vendemmia”, a cui attende di partecipare…

4 thoughts on “Nera di Bufala: nuovo marchio campano

    1. AvatarAnonymous

      dipende dal punto del processo in cui si aggiunge il carbone vegetale. Se si aggiunge all’inizio, l’impasto lavorato e ciò che ne rimane (la ricotta) assume il colore nero. Ma credo che a ricotta tu sia molto esperto, per cui è superfluo spiegartelo!

      Reply
  1. AvatarAnonymous

    Si inizia così è si finisce nella degenerazione della cucina molecolare… continuate a fare le cose come si deve e lasciate perdere simili obbrobri

    Reply
  2. AvatarAnonymous

    innovare non significa necessariamente degenerare. dovresti provarla prima di chiamarla “obbrobrio” ed offendere un tuo conterraneo che l’ha “inventata” dopo tanto duro lavoro di sperimentazione . scopriresti che è squisita come solo la mozzarella del Sud sa essere, bianca o nera che sia. in fin dei conti, le è stato aggiunto del semplice carbone vegetale, che le conferisce caratteristiche organolettiche e benefici perfino più salutari della sua versione classica.

    Reply

Lascia un commento