Rinvio Ius soli: si è persa un’occasione?

La “Ius soli” una legge di civiltà fermata da un manipolo di politicanti senza scrupoli che strumentalizzano e speculano, al solo miserevole fine elettorale tutto quello che ruota intorno ai più deboli, mettendo scientemente contro gli ultimi (disperati che scappano dalle guerre e dalla fame) ed i penultimi (italiani in difficoltà economica e lavorativa). Impedendo a tanti “italianissimi” una completa integrazione relegandoli al rango “di stranieri in terra propria”.

Giusto per chiarire qualche dubbio la legge darebbe cittadinanza a quei bambini che sono nelle nostre scuole, ai tanti che fanno la Prima Comunione con i nostri nipoti, ai tanti bambini che giocano con i nostri nipotini negli stessi parchi, ai tanti che tifano Juventus, Napoli, Inter e per la nostra Nazionale di calcio, ai tantissimi che parlano la nostra lingua.

Ma ormai è fatta!

Esultano per il risultato: Salvini, Grillo, Meloni ed il “cattolicissimo” Berlusconi, il loro cinismo ha avuto ancora ragione.

Peccato un’occasione persa, come le tante altre lasciate per strada (riforma costituzionale in primis), che non aiuta il nostro Paese a fare un salto definitivo verso una società avanzata, più  civile e più inclusiva, ma aiuta il nostro Paese ad essere considerato ancora “povero” nonostante le tante (migliorabili) leggi sui diritti civili approvate dai governi Renzi-Gentiloni.

L/R

 

 

 

 

comments

One thought on “Rinvio Ius soli: si è persa un’occasione?

Lascia un commento