Il sindaco di Casapesenna si dimette dopo gli spari al fratello

Il sindaco di Casapesenna Marcello De Rosa a 48 ore dall’attentato subito dal fratello Luigi, aggredito nelle campagne di San Cipriano d’Aversa da tre incappucciati che hanno anche esploso un colpo di fucile contro il finestrino della sua automobile, ha rassegnato questa mattina le dimissioni da primo cittadino.

Una decisione, quella di De Rosa, evidentemente maturata tra sabato e domenica nella quiete familiare: ecco il Primo Cittadino non se la sente di mettere ulteriormente a rischio quella famiglia, la sua famiglia. De resto il sindaco di Casapesenna, De Rosa, già vive sotto scorta a causa di un’anomala rapina subita alcuni anni fa, probabilmente causata dall’aver denunciato un estorsore facendolo arrestare.

Nel 2016, nell’ambito di un’inchiesta anticamorra, fu collegato al suo predecessore, Fortunato Zagaria, attualmente sotto processo per concorso esterno in associazione mafiosa. Ora l’aggressione al fratello è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso

 

—–

 

 

comments

Lascia un commento