Rifiuti: l’inceneritore di Spittelau va contro tutte le ideologie disfattiste

È di questi giorni l’infuriare della polemica “Inceneritore SÌ-Inceneritore NO” che vede contrapposte le due componenti del Governo giallo-blu che da pochi mesi regge le sorti dell’Italia dando vita a un ircocervo mitologico, in parole povere a una chimerica assurdità, che spesso fa emergere le differenze anche ideologiche che spesso in questi mesi sono state superate grazie al più potente dei collanti: il potere!

Nella visita di Matteo Salvini a Napoli di ieri, il Ministro dell’Interno ha affrontato manco a dirlo il problema rifiuti e il loro smaltimento ritenuto possibile attraverso la costruzione di un inceneritore. Il Movimento 5 Stelle tenendo fede alla sua nomea di “Movimento del No” si dice assolutamente contrario all’ipotesi caldeggiata dal leader della Lega.

Noi siamo da anni favorevoli alla costruzione di inceneritori di ultima generazione! La sola idea di dare ragione a Matteo Salvini ci provoca l’orticaria, ma di certo non è questo il caso visto che fino a pochi anni fa costoro, la Lega appunto, erano contrari: evidentemente sono stati folgorati sulla via di Damasco!

Per dare forza alla nostra opinione parliamo oggi dell’inceneritore dei rifiuti di Spittelau un’avveniristica struttura costituita da una torre scintillante di ceramiche dorate con un bulbo verso la sommità che la fa assomigliare a un fantastico minareto eretto nel centro della città di Vienna, la capitale austriaca.

Di fronte ha la Wirtschaftsuniversität, l’Università di economia. Più in là gli Ospedali generali. Insomma Vienna brucia i suoi rifiuti in centro città: non tutti certo, circa un quarto soltanto, ma questo la dice lunga sull’affidabilità di simile strutture che oggi risultano esser oltremodo migliorate dal punto di vista garanzia e sicurezza, tant’è vero che un’altra struttura simili ma più piccola si trova anch’essa nello stesso centro abitato.

A chi credere? Agli esperti improvvisati e fai da te o ai veri e propri esperti che hanno verificato non solo che i vapori che escono dalla ciminiera non sono tossici, ma anche che l’inceneritore è in grado di alimentare buona parte della città e di produrre energia elettrica e quindi può essere visto come una risorsa e non come una minaccia per la propria salute?

comments

Lascia un commento