Il presepe al Santuario nel solco della tradizione

Sta diventando una tradizione, una dolce e bellissima tradizione. Anche quest’anno l’amico Carmine Andolfi ha allestito il suo presepe presso il santuario di Santa Maria delle Grazie, luogo amato a Casale di Carinola e non solo, che dal 7 agosto 2017 è stato eretto in Santuario Diocesano col titolo di “Aiuto e Sostegno della Famiglia”, appellativo riservato alla Madre Celeste compatrona di noi casalesi.

La personale interpretazione della Natività di Carmine Andolfi si inserisce nel solco della tradizione e della semplicità, e forse per questo è ancora più bello, anche perché non solo certe tradizioni vanno via via perdendosi, ma sempre di più cadono nella moda del relativismo e del forzato sincretismo con altre manifestazioni popolari.

Il presepe di Carmine è impreziosito ancora di Più dal non semplice lavoro di preparazione che lo ha portato a creare una mini-grotta (di pochi centimetri ovviamente) nella parete di tufo immediatamente a destra del Santuario, dietro la piccola fontana alle spalle della Sacra Roccia. “Terra rossa” come ci diceva Carmine, stanco ma visibilmente soddisfatto per quanto realizzato.

Il suo è un modo, classico e quindi viepiù gradito, di fare gli auguri a tutti i visitatori di questo luogo di pace e anche a coloro che purtroppo sono impossibilitati a visitarlo.

 

comments

Lascia un commento