Il consigliere regionale Giovanni Zannini sull’emergenza in provincia di Caserta

Il consigliere regionale Giovanni Zannini dichiara “di essere molto soddisfatto della strategia messa in campo dal manager dell’Asl di Caserta Russo, unitamente a Blasotti e a Faraone. Già da stamattina, infatti, a disposizione dei casertani sarà messo a disposizione il centro di biologia nucleare dell’ospedale di Aversa per assicurare una media giornaliera di 100 tamponi che si aggiungono ai circa 60 tamponi che tutti i giorni vengono analizzati presso l’ospedale civile di Caserta”.

“Entro pochi giorni, poi, – aggiunge – è altresì previsto l’allestimento di circa 85 posti letto (tra persona intensiva e sub intensiva). Per la precisione circa 60 a Maddaloni e circa 25 sempre presso l’ospedale civile di Caserta in area appositamente dedicata”.

“Ed ancora – prosegue Zannini – sempre nei prossimi giorni partirà un servizio di assistenza dedicata domiciliare per i pazienti contagiati da Covid ma non gravi e dunque collocati in quarantena domiciliare. La provincia di Caserta sta reggendo bene. Saranno inoltre disponibili i tamponi veloci che ovviamente saranno utilizzati in ospedale e nei pronto soccorso (per evitare le attese) e soprattutto nei confronti del personale medico sanitario”.

“L’Asl Caserta si è attivata per una fornitura in proprio che si aggiunge a quanto sarà fornito dalla Regione Campania”, dice infine il consigliere regionale Giovanni Zannini.

 

Ufficio Stampa di Giovanni Zannini, Consigliere regionale

comments

Lascia un commento