Comune di Carinola: venghino siori venghino, c’è posto per tutti!

Altro cambio sulla giostra, ahinoi così è stata ridotta, del nobile comune di Carinola, altro giro altra corsa: a nemmeno un anno dalla nomina ad Assessore (esterno) con delega ad Ambiente, Sanità, Istruzione e Politiche Educative, il dottor Salvatore Migliozzi da Casale di Carinola, rimette le proprie deleghe e, secondo impegni precedentemente assunti, viene sostituito dal già Assessore e Vicesindaco dottor Franco Giacca, anch’egli di Casale, cui sono state assegnate le stesse deleghe con in più quelle a Ecologia (a proposito bentornata!), Igiene, Patrimonio e Sport.

Come si è ben capito si tratta di un ritorno, giusto il tempo di far passare lo sfizio di sentirsi chiamare Assessore a chi evidentemente si sarà impegnato durante la vincente campagna elettorale condotta da SìAmo Carinola, così come periodicamente e a rotazione viene distribuita la Fascia Tricolore da Sindaco così tanto per far passare lo sfizio (a proposito: noi Fascia Tricolore continuiamo a scriverlo con le lettere maiuscole perché ci sembra doveroso rispettare quel simbolo affidato come un impegno dal popolo carinolese e non lo consideriamo soltanto un onore da sfoggiare come un abito o come un paludamento da ostentare!), ma come si dice maiora premunt, necessità più impellenti incalzano, e si doveva necessariamente rispettare impegni presi in campagna elettorale con altre forze politiche (quella del dottor Giacca) e siccome chi ci amministra sa bene che pacta sunt servanda si è molto “signorilmente” ridato ad altri ciò che originariamente era stato promesso.

Non staremo qui a descrivere l’orticaria che ci provoca il distribuire un Assessorato a personalità esterne dopo il voto senza averlo dichiarato prima, già altre volte infatti abbiamo detto quanto questa pratica ci ricordi il do ut des attuato per ricompensare qualcuno per i voti ricevuti, ma il primo che ci viene a dire che le pratiche da Prima Repubblica con tanto di Manuale Cencelli per distribuire gli incarichi sono ormai archiviate, riceverà da noi un bel “pernacchio alla De Filippo” come risposta.

Ovviamente non si tratta di un attacco ad personam nei confronti dei dottori Migliozzi e Giacca, cui anzi  facciamo gli auguri di buon lavoro soprattutto negli interessi di Carinola, ma è questo modo di intendere la politica che ci nausea, che ci provoca una ripulsa che col passare degli anni speravamo di non provare più: già lo scorso anno parlammo di bassa politica del piacerino che purtroppo stenta a scomparire, e purtroppo constatiamo che grazie a certi comportamenti di cui ci deliziano i nostri Amministratori difficilmente scomparirà mai!

Il fatto è che evidentemente costoro vivono in un mondo a sé, totalmente avulso dalla società che li circonda e che corre, corre, corre, mentre loro invece arrancano cercando di non ruzzolare ancora più indietro.

 

—–

 

comments

Lascia un commento