Sessa Aurunca – CAB: dipendenti disperati, da ore sono sul tetto della sede

Prosegue il disagio degli operai Consorzio Aurunco di Bonifica di Sessa Aurunca che oggi dopo mesi di promesse della politica provinciale, regionale e di mesi e mesi di infruttuose trasferte e manifestazioni, presso gli uffici e poi anche presso la sede, un gruppo di operai ha occupato il tetto del Consorzio Aurunco di Bonifica per chiedere conto del loro destino.

Ad oggi la stagione irrigua non è stata avviata e gli operai avventizi non sono stati assunti. Ricordiamo che da statuto consortile, il 1 maggio va fornita l’acqua agli agricoltori e generalmente gli operai prendevano servizio tra fine marzo e gli inizi di aprile per sistemare la rete di distribuzione dell’acqua.

Alla politica regionale sembra non essere per niente chiare le implicazioni del problema, che è sì occupazionale ma non solo per i lavoratori del CAB, bensì anche e soprattutto per l’indotto agricolo della piana del Garigliano.

 

* in foto una foto d’archivio

comments

Lascia un commento