Celebrazione del Placito di Sessa Aurunca, uno dei primi documenti in volgare

Sabato 10 novembre 2018 a Sessa Aurunca (CE) con il saluto delle Autorità previsto alle ore 10.00 in Piazza Castello, si darà il via alla celebrazione del Placito di Sessa Aurunca, uno dei primi documenti in volgare. Manifestazione in collaborazione con Accademia della Crusca DILBEC – Università della Campania “L.Vanvitelli”– Comune Sessa Aurunca – Pro Loco.

Emesso nel marzo 963 dal giudice Maraldo intra castro Suessano (cioè nel nucleo originario dell’attuale Castello Ducale di Sessa), il placito definisce a favore di Gaido, abate del monastero di S. Salvatore in Cocuruzzo, la causa relativa al possesso di tre terreni nel territorio di Sessa. Scritto in latino, contiene la seguente formula in volgare, predisposta dal giudice e ripetuta, con alcune variazioni, da tre testimoni sotto giuramento: «Sao cco kelle terre,per kelli fini que tebe monstrai, Pergoaldi foro, que ki contene et trenta anni le possette».

Tali formule costituiscono i primi documenti di un volgare italiano consapevolmente introdotto in contesti latini e scritto in stile cancelleresco, cioè in una forma che intende essere ufficiale e dotta. Si tratta di una tradizione del Principato di Capua, che attesta la piena coscienza della distinzione tra latino e volgare e che preannuncia, in anticipo di almeno due secoli, l’affermazione di quest’ultimo nell’uso scritto.

Il Placito di Sessa Aurunca (marzo 963 giudice Maraldo) è il secondo dei quattro documenti detti Placiti o Giudicati Cassinesi (perché conservati nell’archivio dell’Abbazia di Montecassino e relativi a cause circa il possesso di terreni da essa rivendicati): il Placito di Capua (marzo 960, giudice Arechisi), il Memoratorio (scrittura privata del 26 luglio 963 giudice Bisanzio) ed il Placito di Teano (ottobre 963, giudice Bisanzio). Comune ai quattro documenti è la scelta del giudice di far deporre testimoni con formule, da lui predisposte, non in latino ma nel volgare locale.

Programma di massima – pubblicato dal Touring Club Italia

– ore 9.30: raduno dei partecipanti (mezzi propri) a Sessa Aurunca (CE) – parcheggio riservato Piazza Mercato;

– ore 10.00: Piazza Castello: saluto delle Autorità;

– ore 10.15: Piazza Castello: esibizione Sbandieratori Città di Sessa Aurunca;

ore 10.30: Palazzo di Città – Salone dei Quadri – inizio convegno con la partecipazione del prof. Francesco Sabatini, Presidente Onorario Accademia della Crusca;

– ore 12.00: inaugurazione Targhe Castello Ducale e Piazza Agostino Nifo;

– ore 13.30: pranzo libero o presso il ristorante dell’Hotel San Leo – Sessa Aurunca – al costo di 25 euro a persona – prenotazione libera a carico dei singoli partecipanti, per prenotare occorre contattare il numero 0823.938970 – con il seguente menu: Antipasto (Antipasto misto di montagna), Primo (Paccheri con crema di melanzane, speck e provola), Secondo (Arrosto di maiale con sformatino di patate), Dessert, acqua minerale, vino Aglianico e caffè.

– ore 15.30: visite guidate ai monumenti della città a cura della Pro Loco;

– ore 17.00: termine della manifestazione.

comments

Lascia un commento