Casale in birra 3.0

Dal prossimo giovedì 28 luglio ritorna a Casale di Carinola la Festa della Birra, anzi Casale in birra 3.0, che allieterà le serate di fine luglio del nostro paese. Il tutto si svolgerà nella zona prospiciente all’area mercato di piazza Struffi, a fianco della zona dei giochi per i bambini, e la protagonista delle quattro serate (l’evento ci sarà fino a domenica 31 luglio) sarà dell’ottima birra Bavarese, ovviamente alla spina, e la musica assicurata da ben quattro concerti di genere popolare, dance, rock e pop.

Tutti inizieranno alle ore 22.

La prima sera, quindi come detto giovedì 28, sarà Amelia Sorvillo e il gruppo 5/4, un gruppo di Falciano del Massico che propone cover degli anni ’70 e in genere musica Pop-Rock-Dance.

Dalilà, venerdì 29, nel suo “Viaggio italiano tour”, presenterà cover dei pezzi classici della musica italiana come Lucio Battisti e Fabrizio De Andrè, ma anche dagli anni ’70 ai giorni nostri, senza sconfinare nella musica “Dance”.

Per sabato 30 è prevista l’esibizione del gruppo CSIC, band napoletana che propone cover di Vasco Rossi e che qualche tempo fa è già stata a Casale per una serata presso il Rewind Bar di piazza Monumento.

Bucalone, nome d’arte di Marco Viccaro, previsto per la serata finale di domenica 31 luglio, è un chitarrista, polistrumentista, cantautore, docente di musica e chitarra, che da 25 anni suonando dal vivo regge il palco come nessuno. Insomma un one-man-show a tutto tondo che da solo trascina gli spettatori.

Infine una menzione, e ci sembra il minimo per chi si preoccupa della sopravvivenza del nostro paese, meritano coloro i quali hanno organizzato queste quattro serate estive casalesi: Enzo ed Enrico Taffuri, Michele Tamburrino, Ruggero Razzino, Lorenzo Migliozzi, Stefano Tortora, Giuseppe Morelleschi, Antonio Manganello, Lorenzo Marrese e, ultimo ma non ultimo, Sandro D’Angelo.

One thought on “Casale in birra 3.0

  1. Giovanni Aurilio

    Bravo CASALE. ,
    Chi beve birra campa cento anni
    Saluti e buona salute
    Giovanni ed Irmgard Aurilio

    Reply

Lascia un commento