Papa Francesco espelle dal clero don Michele Barone

Il Santo Padre papa Francesco riduce allo stato laicale don Michele Barone, il parroco del Tempio di Casapesenna, non potrà più esercitare il ministero sacerdotale ed è dispensato dagli obblighi e dagli oneri derivanti dalla Sacra Ordinazione.

A 14 mesi di distanza dalle accuse di violenza ai danni di una minorenne di Maddaloni durante gli esorcismi e di alcune ragazze del suo gruppo di preghiera, associazione “Piccola Casetta di Nazareth”, una nota ufficiale della diocesi di Aversa rende nota l’inappellabile decisione pontificia:

La Diocesi di Aversa comunica che, con Decreto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il Santo Padre Francesco, ai sensi dell’art. 21 § 2, 2° SST, con suprema e inappellabile decisione, ha decretato la dimissione dallo stato clericale del Reverendo Michele Barone, di questa Diocesi di Aversa e membro dell’Associazione “Piccola Casetta di Nazareth”

Don Michele Barone, l’ormai ex parroco del Tempio di Casapesenna, venne arrestato e finì sotto processo per lesioni ai danni di una minorenne di Maddaloni durante gli esorcismi e fu accusato anche di aver abusato sessualmente di alcune fedeli, ha ricevuto la notifica del decreto. Ancora una volta si dimostra che il passo della Chiesa è lento ma inesorabile, e il documento si conclude con queste parole:

La Chiesa, anche quando applica la legge canonica nella sua legittima severità, ha come fine la salvezza delle anime, rimane in preghiera continuando a sostenere con fraterna carità quanti sono nella sofferenza

comments

One thought on “Papa Francesco espelle dal clero don Michele Barone

  1. Anonymous

    fare il prete dovrebbe essere una vocazione, purtroppo da molto tempo è diventata una professione, e come tale ……………………..

    Reply

Lascia un commento